Home Page    IpnoLife per te    Ipnosi generale    Il Nostro Staff    Ind. Terapeutiche    Contatti

 

 

 


IpnoLife.it

 




Ipnosi - Psoriasi - Diete

 
Ipnositerapia

Progetto Sperimentale Psoriasi e Ipnosi
Ipnosi - Definizione
Ipnosi - Annessioni
Milton Erickson
Breve Storia dell'Ipnosi
Psoriasi e Ipnosi
Significato della malattia
Ipnosi e alimentazione
Dieta on-line
Richiedi appuntamento
Psoriasi: Casi Trattati
Testimonianze
News

PUBBLICAZIONI

 


TAG CLOUDS

 

ipnosi, ipnologo, ipno, psicologia, ipnosi clinica, psicopatologie, psicoterapie, psicoterapia, PNL, Dieta, Controllo Mentale, Guarire con L'Ipnosi, terapie, sedute, pubblicazioni, curarsi, autoipnosi, ipnotizzare, ipnotizzarsi, ipnositerapia, tabagismo, balbuzie, cefalee, emicrania, psoriasi, colite, asma, stress, disturbi sessuali, Ipnosi Terapia   Disturbi d’ansia

Il significato nascosto della malattia
     

Significato nascosto della malattia e valore del sintomo

La malattia racchiude in se un significato che va ben oltre il disagio e la sofferenza umana che ne consegue. Essa, ovviamente, viene combattuta con tutti i mezzi e tutte le armi a disposizione. Armi che si affinano giorno dopo giorno, divenendo sempre più sofisticate ed efficaci. Certo sono stati fatti passi da giganti nello scoprire nuove molecole farmacologicamente attive e nuovi mezzi tecnologicamente validi per vincere questa battaglia contro la malattia, che è iniziata da quando l’uomo è nato in questo universo. Se analizziamo i risultati ottenuti dall’uomo, in questo campo di battaglia ( tuttora in corso) potremmo senz’altro dire che la medicina ( che si basa sul principio di eliminare ogni forma di sintomo o malessere causato dalla malattia), sta vincendo questa grande battaglia. La vita media dell’individuo si è allungata, attualmente è di circa 80 anni ( per le femmine = 82 per i maschi= 78), la qualità di vita è migliorata ( tutti possiedono un frigorifero, televisione, auto ecc.), c’è cibo a sufficienza ( almeno nelle realtà tecnologicamente avanzate dell’occidente), alcune malattie sono scomparse ( lebbra, vaiolo, poliomielite,ecc.). Quindi da questo punto di vista sembra che l’uomo abbia imboccato la strada giusta. Ma è realmente così? Perché se lo è, vuol dire che le malattie stanno scomparendo e lo stato di salute ( intendendo per salute quello stato di benessere non solo fisico ma anche psichico dell’individuo), dell’umanità migliora sempre più. Purtroppo bisogna convenire che non è proprio così che stanno le cose. E’ vero che l’uomo vive di più e ha a disposizione cibo a sufficienza e che certe malattie sono state effettivamente debellate, ma guardiamo anche l’altra faccia della medaglia. Sono comparse nuove malattie che assumono i caratteri di una vera pandemia come ad es. l’AIDS, sono emerse nuove forme di malattie oncologiche che stanno sempre di più affollando le varie aree mediche ospedaliere. Le tossicodipendenze, un tempo quasi inesistenti, attualmente sono divenute una vera emergenza trai giovani per non parlare poi dei disagi di varie malattie psicologiche ( ansia, fobie, attacchi di panico, depressione, disturbi dell’alimentazione quali bulimia, anoressia ecc. ecc.) che stanno assumendo proporzioni incontrollabili. Con ciò non si vuole assolutamente disconoscere il grande merito della medicina di contribuire a migliorare lo stato di benessere dell’uomo e di trovare sempre nuove soluzioni alle più disparate affezioni. Però è indubbio che attualmente la medicina ha perso il carattere di possedere il rimedio globale e si è sempre più divisa nelle varie branche specialistiche, settorializzando il corpo umano, perdendo di vista in tal modo, l’unicità e l’indivisibilità dell’essere umano.. Il fatto di dividere il corpo umano in branche sempre più specialistiche ha fatto perdere all’individuo l’inscindibilità corpo - mente considerando le varie parti dell’organismo non più facente parte di un unico sistema indivisibile.


Allo stato quindi la scienza medica purtroppo ha perso il carattere di considerare l’uomo nella sua globalità e di conseguenza il suo rimedio è rivolto a quella parte del corpo o della mente dove il sintomo si presenta. Il rimedio che dovrebbe essere olistico si limita a curare quella parte del corpo malata considerandola isolata dal resto dell’individuo. Ritornando al discorso iniziale del significato della malattia e quindi del sintomo bisogna incominciare a considerare la malattia come parte integrante di un sistema omeostatico che ha il solo scopo di mantenere l’equilibrio mente (psiche) – corpo . In questo grande sistema, la malattia coinvolgendo il corpo o la psiche rappresenta la esteriorizzazione di un eventuale squilibrio avvenuto a monte, nella coscienza dell’individuo che è parte integrante della sua mente. Facciamo un esempio pratico. Una donna sposata viene in terapia per un dolore gastrico, che si presenta soprattutto la sera. Questo dolore non gli permette di avere rapporti sessuali con il marito. È stata sottoposta a tutti gli esami possibili ( compreso la gastroscopia) con l’uso di vari farmaci antiacidi per lenire il dolore ma senza risultato. Ha usato diversi trattamenti farmacologici, con risultati parziali e temporanei. Cerchiamo adesso di scoprire il significato nascosto di questo sintomo. Da un anamnesi accurata è stato accertato che il sintomo si era presentato quando il figlio maggiorenne, avendo litigato con il padre andò via di casa per vivere da solo. La madre era molto legata a lui e dava la responsabilità del suo allontanamento al marito che si era comportato troppo brutalmente a suo giudizio. Il sintomo rappresentava inconsciamente, una sorta di punizione da parte della donna nei confronti del marito ( in questo modo lui non poteva avere rapporti sessuali). Naturalmente convocando anche il marito in terapia e convincendolo a far rientrare il figlio a casa e dopo aver fatto qualche seduta di ipnositerapia per l’ansia alla donna, il sintomo scomparve. Il sintomo quindi rappresenta non solo un disagio ed una sofferenza, ma vuole dirci qualcosa che la coscienza non riesce a decifrare. Per questo motivo la psicoterapia Ericksoniana parte dal presupposto che ogni individuo possiede in se le potenzialità per superare certe difficoltà che si presentano durante la nostra esistenza. Possono essere difficoltà legate temporaneamente ad ostacoli di natura psicologica ( disadattamento, , mancanza di fiducia in se stessi, ansie, paure, ecc.) che col tempo possono dare origine a psicopatologie ancora più gravi, quali ad es. depressioni, fobie , attacchi di panico, malattie psicosomatiche ecc. Oppure patologie che possono interessare più specificamente la parte organica dell’individuo, è il caso ad es. di malattie dermatologiche (psoriasi,vitiligine, acne , verruche, ecc), ma anche altre patologie gravi che si manifestano con segni di grande sofferenza fisica e psichica come la rettocolite ulcerosa (malattia infiammatoria cronica intestinale) o il Morbo di Crhon. In tutti questi casi l’individuo, in seguito a grossi traumi psichici, per lo più di origine familiare, sociale o lavorativo, creando le condizioni di grave stress psicofisico provoca uno squilibrio mente – corpo che innesca un meccanismo che porta inevitabilmente alla manifestazione della malattia. Attraverso la psicoterapia Ericksoniana e grazie alla ipnositerapia il soggetto viene messo nelle condizioni di recuperare le proprie risorse interne di “autoguarigione” e soprattutto di utilizzarle, ricreando così le condizioni di equilibrio che esistevano prima della manifestazione della malattia. Tutte queste malattie migliorano sicuramente attraverso questo tipo di terapia, addirittura alcune di esse vanno incontro a guarigione completa.

 IpnoLife.it ®  2008 Tutti i diritti riservati  -  Web Site by  PUBLITECH

Privacy e Note Legali