Home Page    IpnoLife per te    Ipnosi generale    Il Nostro Staff    Ind. Terapeutiche    Contatti

 

 

 


IpnoLife.it

 




Ipnosi - Psoriasi - Diete

 
Ipnositerapia

Progetto Sperimentale Psoriasi e Ipnosi
Ipnosi - Definizione
Ipnosi - Annessioni
Milton Erickson
Breve Storia dell'Ipnosi
Psoriasi e Ipnosi
Significato della malattia
Ipnosi e alimentazione
Dieta on-line
Richiedi appuntamento
Psoriasi: Casi Trattati
Testimonianze
News

PUBBLICAZIONI

 


TAG CLOUDS

 

ipnosi, ipnologo, ipno, psicologia, ipnosi clinica, psicopatologie, psicoterapie, psicoterapia, PNL, Dieta, Controllo Mentale, Guarire con L'Ipnosi, terapie, sedute, pubblicazioni, curarsi, autoipnosi, ipnotizzare, ipnotizzarsi, ipnositerapia, tabagismo, balbuzie, cefalee, emicrania, psoriasi, colite, asma, stress, disturbi sessuali, Ipnosi Terapia   Disturbi d’ansia

Ipnosi - obesità - alimentazione- dieta personalizzata
     

La dietologia naturale personalizzata online, ha lo scopo divulgare il valore di una giusta ed equilibrata alimentazione, in armonia con le proprie abitudini di vita, cercando un giusto equilibrio tra le esigenze nutritive dell’organismo e in nostri gusti alimentari. Difatti gli alimenti naturali contengono in se tutte le sostanze nutritive di cui abbiamo bisogno, dipende da noi saperle utilizzare nel giusto modo. Nelle società tecnologicamente avanzate (U.S.A- Europa) la facile disponibilità di alimenti soprattutto ad elevato potere calorico da una parte e la ridotta attività fisica dall’altra hanno favorito l’insorgenza di diverse patologie legate a disturbi alimentari. Infatti certe patologie sono il risultato di una erronea combinazione di alimenti (alcuni in eccesso, altri in difetto) per cui l’uomo, in definitiva, diventa il risultato di ciò che mangia. Non a caso un vecchio detto inglese asserisce: you are what you eat, eat well ( tu sei ciò che mangi, mangia bene). Nelle società occidentali, le patologie legate a disturbi alimentari stanno assumendo proporzioni di una vera e propria epidemia. Infatti l’obesità nell’ultimo decennio si è diffusa con la velocità e la capacità di dispersione caratteristiche di un’epidemia di una malattia infettiva. Da un analisi effettuata dalla National Healt and Examination Survey (NHANES III ) risulta che negli Stati uniti il 22% dei soggetti adulti di età superiore a 20 anni è obeso, mentre il 34% è in soprappeso. Quindi un soggetto su due negli Stati uniti è obeso o in soprappeso. In Europa la percentuale di obesità tra gli uomini si aggira intorno al 20% , mentre raggiunge anche il 25% tra la popolazione femminile. In Italia il 34,7% della popolazione adulta è obesa o in soprappeso mentre il 9% deve fare i conti con una obesità grave. Il fenomeno sta assumendo proporzione preoccupanti anche tra i bambini ( tra i 6 e 17 anni ) la percentuale dei sovrappesi raggiunge il 20% mentre il 4% risulta obeso. L’obesità attualmente viene considerata una malattia a genesi multifattoriale in cui fattori socio-culturali-ambientali-familiari e anche genetici contribuiscono alla sua insorgenza. Naturalmente una educazione alimentare è imprescindibile per la soluzione del problema. Spesso ci si alimenta trasportati esclusivamente dai nostri gusti senza conoscere minimamente le esigenze del nostro organismo. L’educazione alimentare che dovrebbe essere il motore trainante per la terapia dell’obesità, attualmente è ridotta alla semplice dieta dimagrante ipocalorica che si contrappone ai gusti erronei alimentari del soggetto obeso o in soprappeso. Certamente non è questa la strada giusta da percorrere. Infatti la persona che soffre di disturbi alimentari deve essere rispettato, tenendo conto dei suoi gusti, delle sue abitudini, del suo stile di vita. Non si può pretendere che segua un regime ipocalorico freddo che non gli dia calore sotto il profilo del gusto alimentare. Certo le abitudini erronee vanno ridimensionate gradualmente tenendo conto sia delle esigenze del fisico che delle esigenze psicologiche. Senza nulla togliere ad altre metodologie dietetiche di operare in modo corretto e finalizzato al raggiungimento di un adeguato peso corporeo,pur tuttavia viene riconosciuta ideale una dieta che, oltre al corretto bilancio calorico e nutritivo giornaliero, prenda in considerazione le abitudini del paziente,con i suoi gusti e le sue preferenze. Buona parte dei soggetti che si sottopongono ad una dieta in genere “dimagrante” , presentano anche altre patologie più o meno associate,per cui il programma dietetico dovrà tener conto della eventuale abolizione o quantizzazione di certi alimenti in rapporto al loro potere metabolico e fisico chimico. Ecco quindi che si delinea un tipo di dieta costituita da cibi particolarmente graditi , distribuiti in modo razionale in 3-4-5 pasti al giorno ,rispecchiante il più possibile i desideri ed i gusti del paziente, mirante soprattutto alla risoluzione ,anche senza apporto farmacologico di disparate affezioni.”In una dieta dimagrante si consiglia di mangiare lentamente, masticando correttamente. Alla difficoltà di digerire alimenti parzialmente e frettolosamente masticati, si aggiunge il fatto che tale modo di mangiare porta ad un minor senso di sazietà .In più mangiare in fretta, significa finire il proprio pasto prima degli altri e riempire più volte il proprio bicchiere, con conseguente ingestione di quantità di cibi o bevande superiore al dovuto. La dieta che vi accingete a seguire è molto maneggevole. Non è indispensabile essere fiscali, rispettando al millesimo le quantità prescritte. Però e’opportuno seguirne le linee essenziali sapendo che effettivamente quanto più la osserverete nella sostanza, tanto più si evidenzieranno i risultati dimagranti.

ipnosi - obesità - alimentazione- dieta personalizzata >>>

 IpnoLife.it ®  2008 Tutti i diritti riservati  -  Web Site by  PUBLITECH

Privacy e Note Legali